Rughe, un naturale processo fisico che può essere rallentato

5 dicembre 2016

Con il passare degli anni i segni del tempo si manifestano sul nostro volto sotto forma di rughe.

Un naturale e graduale processo fisico che non possiamo contrastare. Tuttavia, ci sono dei semplici gesti e sane abitudini che, se attuate con costanza, possono aiutarci a rallentare l’insorgere di queste fastidiose linee sul viso.

Ad esempio, fare esercizio fisico, non fumare, moderare l’esposizione al sole, pulire il viso con prodotti adatti al proprio tipo di pelle, mangiare sano ed equilibrato. Sono tutti comportamenti che aiutano a mantenere giovani e belli noi stessi e soprattutto il nostro viso.

Si può fare molto per ritardare l’insorgere delle rughe d’invecchiamento, che altro non sono che il risultato di un rilassamento della pelle.

Un processo fisiologico che si manifesta con il passare del tempo.

A partire dai 30 anni, la pelle perde man mano elasticità e capacità di trattenere acqua.

Iniziano così a fare la loro comparsa le prime rughe di espressione, che si localizzano generalmente sulla fronte, ai lati della bocca e fra le sopracciglia.

Per effetto di un rallentamento del processo cellulare, la pelle diviene gradualmente più spenta e opaca, mentre il film idro-lipidico, principale barriera protettiva del derma, si assottiglia determinando secchezza e disidratazione.

Verso i 40 anni l’invecchiamento si fa più evidente.

Le cellule responsabili della pigmentazione epidermica rallentano l’attività, la pelle inizia a produrre meno melanina, il colorito diventa più spento e il volto si presenta decisamente più opaco.

La produzione di elastina e collagene, infatti, diminuisce, portando ad una graduale perdita di elasticità e compattezza cutanea.

Alla soglia dei 50 anni, con il blocco dell’attività ovarica, alla pelle viene a mancare la protezione dagli estrogeni, che hanno un effetto idratante e nutriente: le rughe tendono così ad accentuarsi e i tessuti a rilassarsi.

La cute si assottiglia e diviene più sensibile anche a causa della mancanza di calcio, che dai 40 anni viene assimilato con maggior fatica.

Oggi, la ricerca di soluzioni per contrastare gli inestetismi della pelle, comprese le rughe è approdata all’uso di tecniche innovative che agiscono direttamente sui meccanismi cellulari, con risultati altrimenti non raggiungibili col solo impiego di creme.

Tutto senza l’utilizzo di bisturi o aghi, ma soprattutto senza fastidiose o dolorose sensazioni.

Tra le tecnologie maggiormente efficaci Zoner Antiage Trilogy.

Zoner aiuta a ritrovare la naturale freschezza della pelle in poche sedute.