La cura estetica dell’uomo. Uomini allo specchio

3 novembre 2016

L’uomo è diventato un assiduo frequentatore dei centri di bellezza.

Gli uomini fanno sempre più attenzione alla cura estetica, tanto che negli ultimi anni è cresciuto in maniera esponenziale il numero di cosmetici appositamente dedicati all’universo maschile.

Ciò non si deve a un’improvvisa esplosione di vanità. Gli uomini hanno piuttosto intuito quanto la cura estetica e della pelle, sia importante per il loro benessere fisico e psichico.

Dalle creme ai peeling, fino ai fillers e alla microchirurgia, l’uomo si rivolge sempre più frequentemente al chirurgo e al medico estetico ed è diventato un assiduo frequentatore dei centri di bellezza.

Il trend che faceva riferimento a una, pur importante ma piccola, fetta della popolazione maschile, che tramite i mezzi di comunicazione divenne visibile e quindi modello da imitare, ha dato poi vita a un fenomeno di massa.

La spiegazione di questa grande svolta dell’essere uomo sta prima di tutto nella mutata visione della società del ruolo dell’uomo e del rapporto di questo con se stesso e con gli altri.

Dietro al ricorso alla cura estetica ci sono i futuri risultati che si possono raggiungere ma questi non sono solo estetici ma anche e soprattutto psicologici.

L’estetica è un settore della filosofia che si occupa della conoscenza del bello naturale e artistico.

Ogni persona ha un’idea di bellezza generica e una riferita al sé ovvero ognuno di noi costruisce un’immagine del proprio corpo differente da quella che gli altri percepiscono.

La parola “aesthetica” ha origine dalla parola greca “aisthesis” che significa “sensazione” e dalla parola “aisthanomai” che significa “percezione mediata dal senso”.

La consapevolezza di un aspetto piacevole  infonde una maggiore fiducia in se stessi e nelle proprie capacità relazionali, e spesso la correzione dei difetti della forma e quindi dell’involucro esterno, agisce a livello profondo sulla percezione soggettiva dell’io.

Come per la donna così anche per l’uomo il desiderio di piacere agli altri è sinonimo di successo e realizzazione sociale e  affettiva.